Zerbina e il piacere del teatro amatoriale

46352964_1690029877768280_5811162632060665856_nVenerdi 23 e sabato 24 novembre al teatro Salvini di Pitigliano è andato in scena Zerbina, lo spettacolo dell’associazione/compagnia teatrale SOS Teatro di Pitigliano culmine e degna conclusione del laboratorio annuale di teatro che dal 2003 si svolge ininterrottamente a Pitigliano. Un inno al teatro amatoriale in salsa pitiglianese con tanti attori non professionisti impegnati nei ruoli più disparati nonché prima esperienza alla regia del più “navigato” attore Emilio Celata.
Zerbina è una Cenerentola senza scarpetta che da donna brutta e ai margini diventa ambita sposa grazie a un biglietto della lotteria fortunato da lei acquistato che poi si scopre essere un falso…e poi vero…e poi “la fortuna non esiste”, soprattutto per certa gente, insomma una storia intrigante e da seguire fino all’ultimo minuto.
Nella commedia non vi sono battute eccessive e demenziali alla “cinepanettone” per intenderci, quei sottili doppi sensi (a tratti esagerati) tipici del teatro comico amatoriale, ma tutto scorre comunque in modo armonico per due ore veramente piacevoli. Ciò che lascia dentro Zerbina oltre a questa piacevolezza della commedia in se è l’ottimo lavoro della compagnia SOS Teatro e il buon livello degli attori, nonché un’amore profondo per quest’arte, fatta da non professionisti nei ritagli di tempo, magari (come anticipato da Celata in fase di presentazione) la sera dopo cena dopo una lunga giornata di lavoro. È stato bello vedere questi amici, parenti, conoscenti, identificarsi così tanto nei propri personaggi. Se è vero che esiste una magia nel teatro la compagnia pitiglianese riesce sicuramente a farla vivere nel pubblico in questa ora e mezzo sul palco.

Le chicche del borgo
Locanda del Pozzo Antico
Maremmama'
Lombardelli Arredamenti
Bar Il Golosone
Pelletteria Grifoni
Unipol Sai Assicurazioni
Tisi Fotografia
Guide turistiche-ambientali Sorano