L’ossequio al maiale

luigi salaturaE’ la settima edizione quella che si è svolta il 20 gennaio scorso a Pitigliano. Si tratta ormai di un evento che caratterizza un dei borghi più belli d’Italia e richiama una moltitudine di addetti ai lavori, turisti o semplicemente curiosi. Nell’ “Ossequio al Maiale”, questo è il nome dell’evento, ognuno può cimentarsi nelle tecniche di sistemazione delle parti del Maiale, oppure dedicarsi alla loro salatura lavorando fianco a fianco ai migliori norcini presenti sul territorio nazionale. I Rockiettari S.a.r.s.(Società a rimissione sicura), così si chiama l’associazione di volontariato che organizza l’evento, ha voluto ancora una volta ribadire il concetto di tutela della natura e degli animali con la conservazione del patrimonio e delle tradizioni locali. Un sodalizio che svolge una funzione sociale importante creando, con l’evento, un momento di aggregazione per tanti cittadini pitiglianesi. I soci, persone giovani e meno giovani, offrono parte del loro tempo libero gratuitamente insegnando le varie tecniche di norcineria e di cucina che hanno sempre come protagonista il Maiale. Già il Maiale la vera star della giornata. Allevato allo stato brado sin dalla nascita, il Maiale viene accudito dai membri dell’associazione che ne seguono la crescita insieme ad uno staff di veterinari che controllano sistematicamente lo stato di salute dell’animale. Per certi aspetti quasi sacro, l’animale viene rispettato anche negli ultimi momenti. Le parti lavorate dai norcini e in parte dai partecipanti, vengono poi consumate in un pranzo conviviale dove si possono apprezzare le migliori prelibatezze che questo splendido animale ci concede. Durante l’evento vengono svolti dei seminari tematici per illustrare le origini della norcineria locale con la presentazione dei video delle precedenti edizioni, la consegna dei vari riconoscimenti e la nomina dei nuovi aiutanti norcini. L’associazione anche quest’anno non ha potuto accettare tutte le richieste di partecipazione perché, come è ormai consuetudine, preferisce avere un partecipazione ridotta per al poter curare meticolosamente tutti i particolari della manifestazione al fine di dimostrare con la qualità, tutto il proprio ringraziamento al Maiale. Su richiesta delle istituzioni locali, l’associazione sta valutando la possibilità di organizzare un evento straordinario, sempre nel 2018, per cercare di far fronte alle numerose richieste delle persone che si sono prenotate in ritardo.

Alcuni dati tecnici: il Maiale si chiamava “Occhiu Bifu”, pesava 215 kg e, salsiccia a parte, è stato pressoché già consumato tutto.

Quindi lunga vita ai Rockiettari e al Maiale…Beh! Al Maiale!!!!! ….fino al prossimo anno.

Simply Pitigliano
La Mandragola
Poggio al Tufo
Palestra Lifestyle Pitigliano
Parafarmacia
Podere Bello
Distributore Agip Dondolini
Brando Racing
Terre del tufo
Le chicche del borgo
Locanda del Pozzo Antico
Maremmama'
Lombardelli Arredamenti
Bar Il Golosone
Pelletteria Grifoni
Unipol Sai Assicurazioni
Tisi Fotografia
Guide turistiche-ambientali Sorano