L’arte di saper guardare: la fotografia!

Mostra Allievi Corso di FotografiaManciano – Dopo tre mesi di studio e pratica si aprono le porte della Mostra fotografica degli allievi del corso di fotografia di Francesca Bontempi. Sabato 28 luglio, alle 18.00, ci sarà infatti l’inaugurazione della mostra presso il foyer del Cinema Moderno di Manciano. Le opere esposte sono degli allievi della fotografa e docente Bontempi. Si potranno ammirare i progetti di Valeria Albanese, Silvia Cherubini, Debora Giorgeri, Elga Rossi, Pierpaolo Simonelli, Gessica Tiribocchi, Lucio Toninelli. Sette allievi, sette progetti dunque. Ogni partecipante, ci ha spiegato la docente, dopo alcune lezioni è stato spronato a seguire un percorso, o meglio un progetto e quindi non si vedranno singole foto ma una serie di opere legate ad un tema. “97,5%” di Valeria Albanese, “Nutrire” di Silvia Cherubini, “Empatia” di Debora Giorgeri, “Il suonatore Jones” di Elga Rossi, “Incroci” di Pierpaolo Simonelli, “La bici: magistra vitae” di Gessica Tiribocchi e “In natura” di Lucio Toninelli.
Il corso si è svolto in primavera in collaborazione con la cooperativa Ape Regina. La volontà era quella di approfondire la conoscenza di un mezzo poliedrico quale è la fotografia. Il percorso è stato sia teorico che pratico, sia sull’attrezzatura che sulla crescita artistica-espressiva. A partire dalla storia della fotografia fino alle tipologie di generi fotografici, passando per tutti gli strumenti che servono per lavorare con le immagini. «La volontà del corso era quella di diffondere l’arte della foto nel territorio» ha spiegato la fotografa di origine romana Francesca Bontempi, proprio perché nella zona mancavano esperienze simili. In accordo con il Comune di Manciano e la Cooperativa Ape Regina è stato possibile realizzare il corso, partito a marzo e composto di 15 lezioni sia in interno che in esterno. Gli allievi sono stati sempre molto entusiasti e attivi ha raccontato la docente e la concentrazione maggiore è stata verso soggetti “umanistici”, ossia il ritratto e il rapporto con l’essere umano – dato anche dalla vocazione della fotografa docente -. Ma non solo perché in un paio di casi si sono occupati di animali – lavorando sugli animali del centro di recupero di Semproniano e sull’onoterapia – e del paesaggio legato all’inquinamento, quindi in tutti questi casi uno sguardo sociale al tema preso in esame.
«Abbiamo evitato il paesaggio perché è l’elemento che cade maggiormente nell’automatismo, per questo abbiamo sperimentato altre possibilità» ha spiegato ancora Bontempi. La mostra sarà visibile fino al 31 ottobre, negli orari di apertura del Cinema.
E non resta che lasciare spazio alle immagini e ai racconti degli allievi. http://www.francescabontempi.com/

Le chicche del borgo
Locanda del Pozzo Antico
Maremmama'
Lombardelli Arredamenti
Bar Il Golosone
Pelletteria Grifoni
Unipol Sai Assicurazioni
Tisi Fotografia
Guide turistiche-ambientali Sorano