La Festa della Contea 2017 dal 18 al 20 agosto appuntamento con la storia a Pitigliano

1Come ogni anno, nel cuore dell’estate pitiglianese arriva puntuale la tre giorni alla Corte Niccolò III Orsini che rivivrà grazie alla rievocazione storica della Festa della Contea di Pitigliano. Quest’evento, ormai diventato un classico degli appuntamenti pitiglianesi, è organizzato dalla Polisportiva San Rocco di Pitigliano in compartecipazione con diverse associazioni locali (come l’Associazione Rinascimento) che collaborano insieme per ricreare un’atmosfera magica all’interno del castello Orsini e in tutto il centro storico del paese, diventati la location naturale della festa giunta alla sua decima edizione. Un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo tra cortei e mercati, battaglie di armati e arcieri, giullari, saltimbanchi e giocolieri con la possibilità di mangiare al “Banchetto del Conte” in compagnia proprio di Niccolò III all’interno del suo castello e degustare un vero menù dell’epoca a base di “Porcellum” e vino “Ippocrasso”.
Inoltre quest’anno è stata organizzata anche una sfida tra i quattro rioni storici pitiglianesi: Capisotto, Fratta, Borgonovo, Capisopra, che si affronteranno sabato 19 agosto alle ore 18 in Piazza della Repubblica per la conquista del prezioso Palio.
Tre giorni intensi da rivivere alla Corte di Niccolò III nel suggestivo scenario del centro storico pitiglianese per quella che, come tengono a sottolineare spesso gli organizzatori, non è una semplice festa ma un vero e proprio evento storico-culturale.

 

 

_DSC4695 copia _DSC4993 copia

 

 

 

 

 

 

 


Il tema 2017: “Niccolò III si impadronisce della Contea” (di Angelo Biondi)
.
L’anno 1465 segnò un momento di forte crisi nella Contea di Pitigliano. Ludovico, primogenito del conte Aldobrandino Orsini, ai primi di marzo morì per avvelenamento e la colpa fu data ai senesi, veri avversari del conte, che varie volte era entrato in confitto contro di loro. Si ebbero atti di ostilità e ruberie degli Orsini nel territorio di Siena confinante con la Contea e subito spirarono venti di guerra con grande preoccupazione dei senesi, che si trovavano politicamente in un periodo molto critico. Anche papa Paolo II si preoccupò per il rischio che la guerra si potesse estendere tra gli Stati italiani, come già era accaduto in passato; perciò il Pontefice mandò a Pitigliano come suo emissario Gentile della Sala per cercare di appianare le divergenze. A Pitigliano intanto era accorso con i suoi armati Niccolò (poi Niccolò III), figlio secondogenito del conte Aldobrandino, che si trovava a Napoli a prestare servizio militare presso quel Re. Passarono mesi di febbrili trattative e nel frattempo si fece strada il sospetto, che poi trovò conferma, che l’avvelenamento di Ludovico Orsini non fosse stato tramato dai senesi, ma dall’amante del conte Aldobrandino: Penelope o Penella, sua cugina, che dal conte aveva avuto un figlio e tentava così di spianargli la strada nella successione della Contea. Intanto Siena, tramite suoi ambasciatori, aveva cercato di scagionarsi presso il conte Aldobrandino, avviando trattative per un atto di concordia, che assicurasse la pace. Il ponte ce Paolo II trovò un’efficace mediazione, spingendo i senesi ad assumere Aldobrandino con una condotta militare del valore di mille orini, così da legare il pericoloso conte di Pitigliano al servizio di Siena e smorzarne l’irrequietezza e i propositi di rivalsa. Un forte sospetto affiorò quando i senesi seppero che Aldobrandino aveva dato la signoria di Sorano al figlio Niccolò, non compreso negli accordi stipulati; tuttavia per tre anni resse la tregua. Poi ricominciarono gli incidenti nonché nel 1471 insorse un grave dissidio tra Aldobrandino e il figlio Niccolò, il quale entrò nella rocca di Pitigliano, fece fuori l’amante Penella e il figlio, cacciò il padre e si impadronì della Contea.

 

_DSC6397 copia

Foto di Nicola Tisi

 

La Mandragola
Poggio al Tufo
Palestra Lifestyle Pitigliano
Parafarmacia
Podere Bello
Distributore Agip Dondolini
Brando Racing
Monica Lavazza
Locanda del Pozzo Antico
Maremmama'
Lombardelli Arredamenti
Bar Il Golosone
Pelletteria Grifoni
Unipol Sai Assicurazioni
Tisi Fotografia
Kaloroil