I cantautori di Alessandro Angeli

“Quando leggo un libro voglio emozionarmi, cerco l’emozione” termina così l’intervista con Alessandro Angeli, scrittore grossetano. Ed è quello che realmente può trovare un lettore che sfogli le pagine degli ultimi tre libri che ha pubblicato per Ortica editore. Tre piccoli volumi preziosi e originali che raccontano in forma romanzata l’esperienza di vita di tre cantautori del recente passato. Storie che prendono avvio dalla biografia dei protagonisti che si risolvono in sceneggiature l’una diversa dall’altra.
GuthrieIl primo, uscito nel 2018 Combattevamo i fascisti per mare e per terra. Vita e ballate di Woody Guthrie è la storia del cantautore folk americano impegnato capostipite di un genere musicale e maestro di molti grandi dopo di lui. Se il lettore è amante della letteratura di viaggio e della beat generation può avventurarsi in una lettura che ha il sapore dell’esperienza stile Kerouak del classico On the road ma anche de I vagabondi del Dharma. Una scrittura viva e vivace che ricorda l’importanza dell’impegno civile che può passare attraverso la scrittura o la musica, cioè nell’arte. “È la storia di una protesta, un valore politico” dice Angeli spiegandone l’intento creativo.
MorrisonIl secondo romanzo, Pam e Jim. Una preghiera americana 2019, prende la strada della poesia. Si parla di Jim Morrison e dunque fare poesia è automatico, tanto il personaggio reale è stato creatore di frasi, versi e pensieri dal sapore poetico che hanno affascinato generazioni di persone. Il libriccino è rapido, si legge d’un fiato. Si si fa partire in sottofondo qualche brano di Morrison ci si può sentire trasportati nel ritmo delle parole che si confondono con le note.
Punteggiatura assente, maiuscole assenti, pagine scarne ma in poche righe condensate parole cariche di immagini. Scelta dell’autore per dare quel respiro beat e libero del protagonista della storia, una libertà da qualsiasi tipo di forma anche linguistica. E qui lo sforzo è per metà del libro far parlare Jim Morrison e per metà prendere il punto di vista della sua compagna Pamela Courson. È il libro che ci ricorda che la poesia è un modo per scoprire il mondo, un modo non migliore né peggiore di altri ma semplicemente capace di far scorgere una luce nuova, capace di tendere verso la ricerca dell’infinito. “È una vita affascinante la sua e poi c’è la storia di un amore cosmico che nessuno aveva mai raccontato” ha spiegato l’autore.
StrummerL’ultimo, The Clash 1977 R.I. Punk Joe Strummer 2020, romanzo epistolare in cui Joe Strummer leader dei Clash si rivolge al fratello David morto suicida nel 1970 per raccontargli la sua vicenda da aspirante cantante sconosciuto a voce di molta gente. L’evoluzione in questo ultimo e recente romanzo è nello stile molto più teatrale rispetto agli altri, che più da lettera appare da monologo. È la storia giusta per ricordarsi delle passioni e delle fiamme che accendono le nostre vite. È il testo che si potrebbe dare ai giovani adolescenti per innescare la fiamma del desiderio. E non è ancora in libreria ma già sul sito della casa editrice la nuova creazione Morrissey the eternal boy, restiamo in attesa e pronti ad una nuova lettura.
I libri di Alessandro Angeli parlano di cantautori e si addentrano nel mondo della musica e del pensiero “scrivo di queste cose forse perché non ho mai imparato a suonare” ha detto Angeli, come spesso avviene tendiamo sempre a colmare le mancanze con gesti artistici, se siamo dotati di talento. Storie di mondi passati, dove forse esisteva una vita meno razionale ma secondo l’autore che hanno il valore dei classici, dei fondamenti per tutto quello che è venuto dopo e che non si potranno sorpassare nonostante cambi il tempo e il mondo. Sono storie che muovono. L’intento è quello “di combattere i confini fisici e non fisici. È provare a fare un viaggio nell’altro, è un provare, un sentire, un ascolto”. E poi semplicemente scrive perché ce n’è bisogno.
Dunque l’aspetto interessante nel leggere tali libri è quello della capacità di farsi carico di un personaggio, reale e storico, per farlo diventare soggetto di romanzo e trascriverne i tic, le caratteristiche, la parlata e i pensieri. L’operazione estrema di mettersi nei panni dell’altro, pratica tanto umana quanto poco praticata ma per la quale conviene sempre mettersi in gioco. Essere capaci di entrare nell’altro apre a punti di vista nuovi e quella ricchezza che emerge nella relazione. “Scrivo per dare forma alla vita dei cantanti allontanandomi dalla biografia per farne un racconto” e con la capacità tutta umana di raccontare e raccontarsi consigliamo la lettura di questi romanzi per trovarci dentro non insegnamenti, non moniti, non morali ma il semplice istinto della necessità del dire e prendendo a prestito le parole del poeta Ungaretti di Nostalgia semplicemente per provare la sensazione “[…] e come portati via/ si rimane”.

 

 

La Mandragola
Palestra Lifestyle Pitigliano
Parafarmacia
Podere Bello
Distributore Agip Dondolini
Monica Lavazza
Locanda del Pozzo Antico
Maremmama'
Lombardelli Arredamenti
Bar Il Golosone
Pelletteria Grifoni
Unipol Sai Assicurazioni
Tisi Fotografia
Kaloroil