Festa delle Streghe 2017

9-Montemerano_festa_Streghe_cc_alessandra_carlucciTremate, tremate le streghe son tornate… O meglio la Festa delle streghe di Montemerano sta per tornare. E ormai è un evento che si ripete da anni, accogliendo di edizione in edizione successi e soddisfazioni. Il paese con il tempo è riuscito a costruire una manifestazione nuova dal punto di vista tematico ma che allo stesso modo riesce a mettere in luce le particolarità del borgo, in tutta la sua bellezza. Il 27 e il 28 ottobre 2017 nella splendida cornice di uno dei Borghi più belli d’Italia si svolgerà questa festa dedicata alla magia e al divertimento, con un legame ancora stretto con il territorio. In questa nuova edizione abbiamo ascoltato Alberto Bertinelli, il nuovo presidente della Pro Loco Montemerano che ci ha spiegato dettagli e novità.

Cosa rappresenta questa manifestazione?
È un investimento importante in termini di impegno da parte dei cittadini e delle istituzioni, oltre che economico, per farla funzionare e perché ci aspettiamo l’arrivo di molte persone.

Quali sono le novità del 2017?
Abbiamo introdotto il videomapping, ossia il campanile del paese illuminato dalle immagini attinenti alla festa. E questo sarà fatto già da una settimana prima dell’evento. Inoltre siamo passati da cinque a sei cantine. E quest’anno c’è stato anche un laboratorio delle streghe, condotto da tre volontari, che insieme ai bambini hanno composto manichini e addobbi che verranno utilizzati per adornare il paese. Questo laboratorio si è svolto per tutto ottobre ed è stato molto partecipato.
Il tema principale di questa edizione sono le “donne”.

presidente pro loco

Il presidente della Pro Loco di Montemerano Alberto Bertinelli

Cosa si potrà trovare durante la festa?
Abbiamo continuato il percorso delle cantine dislocate per il centro storico con alcune modifiche. All’ingresso ci sarà la cantina che proporrà le zuppe, fatte dalle persone del paese. Un po’ più avanti in una ex latteria – ancora strutturata come ai vecchi tempi – ci saranno caffè e dolci. Poi all’inizio di Piazza della Chiesa ci sarà la cantina “Morgana” presso il frantoio Bianchi e Lusini. Una novità su cui puntiamo è la cantina aperta in Piazza della chiesa dove si potrà mangiare salsiccia e porchetta. Risalendo in Piazza del Campanile la Polisportiva e la Filarmonica Verdi si occuperanno della frittura. Infine in Piazza del Castello ci sarà la cantina adibita a bar. Ogni cantina avrà due gruppi musicali per intrattenere il pubblico.

Tu hai preso la presidenza da poco, cosa ti aspetti?
Questo è il primo anno da presidente, ho fatto ancora poco. Ma ci siamo concentrati molto su questa festa, per far sì che riesca e spero che le persone lo capiscano. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare in modo particolare il Comune di Manciano e la Banca Tema. E poi tutta la Pro loco, la Filarmonica G. Verdi, l’Accademia del libro, e la Polisportiva. E ancora tutte le strutture paesane, che con il loro contributo ci hanno permesso di fare una festa di livello alto.

La Mandragola
Poggio al Tufo
Palestra Lifestyle Pitigliano
Parafarmacia
Podere Bello
Distributore Agip Dondolini
Brando Racing
Monica Lavazza
Locanda del Pozzo Antico
Maremmama'
Lombardelli Arredamenti
Bar Il Golosone
Pelletteria Grifoni
Unipol Sai Assicurazioni
Tisi Fotografia
Kaloroil