Chi fa da se fa per tre, a tutto Davide Denci

WhatsApp Image 2018-01-24 at 12.08.43

Davide Denci (Foto Andrea Mearelli)

Davide Denci, giovane artista pitiglianese: cinema, teatro, e non solo. Ad appena diciotto anni ha presentato lo scorso mese di dicembre al Teatro Salvini di Pitigliano il suo primo spettacolo “Chi fa da se fa per tre”, due ore di comicità genuina “fatta in casa” come suggerisce il titolo. Il 2017 è stato un anno importante per Davide che si è affacciato con ottimi risultati anche al mondo del cinema e della tv. Lo abbiamo incontrato all’inizio di questo 2018 per farci raccontare quali emozioni lo hanno accompagnato in queste sue esperienze, quali progetti per il futuro per questo giovane artista pitiglianese che sogna in grande.

“Chi fa da se fa per tre” un titolo che racchiude un doppio senso: lo spettacolo e la sua storia, giusto?
Esatto. Il titolo nasce sicuramente dalla trilogia dei personaggi che si susseguono sul palco per la durata dello spettacolo ma ha anche un’altra valenza. “Chi fa da se fa per tre” è il mio primo spettacolo da solista, scritto, diretto e interpretato da me. Tutto quello che ho fatto l’ho fatto senza aiuto nessuno: scrittura, sceneggiatura, direzione e promozione. Insomma l’ho fatto da solo.  Sette versioni dello spettacolo più di un anno di lavoro. Detto questo il titolo era quasi scontato.

Il percorso che ti ha portato alla realizzazione di questo spettacolo?
Le prime pagine scritte risalgono a quando ho iniziato a lavorare nell’ambiente cinematografico dove ho conosciuto persone e posti nuovi che mi hanno fatto crescere sia a livello artistico che personale. Da lì è nata l’idea di mettere in risalto e criticare la società di oggi. Avevo fatto altri piccoli monologhi ma niente che si potesse definire uno spettacolo completo.

WhatsApp Image 2018-01-24 at 12.08.30

(Foto di Andrea Mearelli)

Progetti per il futuro? Hai già in mente un altro spettacolo teatrale?
Nel 2017 ho partecipato come attore alle riprese di tre film che usciranno in questo 2018, uno da protagonista, una figurazione speciale e una comparsa. Ho lavorato come attore protagonista al nuovo videoclip per la canzone di Gianni Morandi “È una vita che ti sogno” che avrete sicuramente visto in questi giorni. In più uno spot televisivo che dovevamo aver già registrato ma per problemi è stato rimandato. Il teatro per adesso lo lasciamo riposare, sto solo lavorando con la compagnia di Pitigliano SOS Teatro. Per la scrittura di un nuovo spettacolo vediamo in futuro.

Per quanto riguarda Youtube? La prima volta che ci siamo incontrati lavoravi molto come youtuber, quella parte l’hai abbandonata o continui a fare video?
Adesso l’ho abbandonato, l’esperienza di yiutuber l’ho usata come campo di allenamento, sperimentando varie cose e capendo ciò che mi piaceva fare, è stata una bella esperienza ma è servita solo per capire
Lavorare con Gianni Morandi come è stato?
Un’emozione unica, più che altro un sogno. Uno di quegli artisti che senti nominare fin da bambino ed essere arrivato a lavoraci insieme mi ha fatto pensare; dal “paesello” a Morandi è un bel salto oltre che una grande soddisfazione. Link al video.

Quando parli ti sento molto sicuro di te, anche negli atteggiamenti che hai al di là del palcoscenico o della telecamera, non c’è niente che temi? Considerando che hai solo 18 anni e che questo può essere un mondo molto spietato. Non hai paura di volare un po’ troppo in alto?
Chiunque voglia intraprendere un qualsiasi percorso professionale credo che vada incontro a dei rischi e quindi alle paure. Poi devi scegliere se superarle o meno. È un’emozione importante che ti può anche dare l’opportunità di ragionare di più sulle cose e quindi di farle meglio. Però non la vedo come un blocco. La paura c’è stata e ci sarà ma credo che un passo alla volta si possa superare. È lecito avere dei sogni e coltivarli.

Vuoi fare l’attore “da grande” nel senso queste sono le prime esperienze ma tu di mestiere vuoi fare quello? Si il mio sogno è sempre stato fate l’attore cinematografico e per fortuna sto raggiungendo il mio sogno.

 

 

 

 

Le chicche del borgo
Locanda del Pozzo Antico
Maremmama'
Lombardelli Arredamenti
Bar Il Golosone
Pelletteria Grifoni
Unipol Sai Assicurazioni
Tisi Fotografia
Guide turistiche-ambientali Sorano