A Pitigliano l’appuntamento con “Donne, Vino e Motori”

Antonella ManuliIl prossimo 4 marzo dalle ore 18, Pitigliano ospiterà per la prima volta la Festa dell’Associazione Nazionale Donne del Vino, iniziativa diffusa in tutta Italia che prevede in contemporanea appuntamenti nelle cantine, enoteche e ristoranti.

L’evento è reso possibile grazie alla Donna del Vino Antonella Manuli, proprietaria della Fattoria Biodinamica “La Maliosa”, importante realtà del territorio, produttrice oltre a vini naturali secondo il “Metodo Corino”, anche di pregiato olio di oliva extravergine e miele millefiori. L’azienda agricola, in maremma collinare nei pressi di Saturnia (GR), si estende su 165 ettari tra vigneti, uliveti, colture foraggere e boschi ed è certificata Bio e L-Vegan. Tutte le produzioni sono rigorosamente artigianali e valorizzano sia l’ambiente che il lavoro dell’uomo, recuperando le varietà storiche presenti sul territorio. Le consumatrici donne saranno ospiti d’onore di tantissimi eventi collegati fra loro a formare una grande festa della cultura enoica al femminile. Segno di un cambiamento nello stile di vita, di consumo ma anche la presa di coscienza del peso femminile negli acquisti enologici. “È il primo evento nazionale dedicato alla cultura del vino al femminile e segna l’inizio della Festa della Donna 2017-ha annunciato la Presidente delle Donne del Vino Donatella Cinelli Colombini, precisando che verranno organizzate decine di iniziative in ogni parte d’Italia, sul tema prescelto “Donne vino e motori”.
L’Associazione Nazionale Le Donne del Vino, formatasi nel 1988 per merito del brillante intuito della produttrice toscana Elisabetta Tognana, conta oggi 650 iscritte che rappresentano tutte le categorie della filiera vitivinicola; è uno dei sodalizi più attivi e vivaci nel vasto scenario enogastronomico ed è tra le espressioni più interessanti dell’imprenditoria femminile, tale da rappresentare un fenomeno unico al mondo. Dell’associazione fa parte anche Antonella Manuli ideatrice dell’evento che si svolgerà il 4 marzo a Pitigliano. “Sono felice di essere ospitata per la nostra festa da Pitigliano, storicamente luogo di elezione per la produzione di vini da terreni vulcanici, e in particolare al centro della zona del vitigno Procanico, la base del vino macerato LA MALIOSA BIANCO-IGT Toscana. Protagonista oltre ai miei vini sarà il motore de La Maliosa, il cavallo da tiro di razza TPR con cui lavoriamo i vigneti, che per l’occasione attraverserà il paese per incontrare gli ospiti davanti al Ristorante “La Corte del Ceccottino”.

uliveti-storici

 

Programma
Ore 18–20 Aperitivo sotto i portici in Piazza san Gregorio VII e incontro con il cavallo da tiro. A seguire visita guidata al Museo della Civiltà Contadina nei sotterranei della Fortezza Orsini, un passaggio suggestivo tra cunicoli scavati nel tufo. All’interno è presente una raccolta di oltre quattromila pezzi legati alla civiltà contadina pitiglianese.
Ore 20–22 Cena con menù degustazione elaborato dallo chef Valerio Pulitani de La Corte del Ceccottino: piatti del territorio a KM0 in abbinamento ai vini naturali de La Maliosa, LA MALIOSA ROSSO & LA MALIOSA TARCONTE – IGT Toscana.
Durante la cena vi sarà una breve presentazione del libro “Vigne, Vino, Vita” di Lorenzo Corino, agronomo e ricercatore, seguita da una spiegazione su “Come si produce un vino naturale secondo il Metodo Corino” (brevetto depositato), utilizzato in vigna e cantina dalla Fattoria la Maliosa.

 

 

La Fattoria La Maliosa
Fattoria La Maliosa è un’azienda agricola biologica e biodinamica che si estende su circa 160 ettari nella Maremma collinare, composti da terreni seminativi, vigneti, uliveti e boschi; produce vini naturali, olio di oliva extravergine e miele. L’azienda, certificata bio e vegan, utilizza vitigni anticamente coltivati come Ciliegiolo, Sangiovese per i rossi e Procanico, Ansonica per i bianchi. I metodi colturali basati esclusivamente su un ciclo vegetale, privilegiano tecniche poco invasive e in armonia con l’ambiente circostante, secondo il “METODO CORINO” (brevetto depositato).

 

La Corte del Ceccottino
Situata nel cuore di Pitigliano, sotto il campanile della Piccola Gerusalemme, la Corte del Ceccottino propone la cucina creativa del giovane chef Valerio Pulitani basata sui veri sapori di Maremma ed un’accurata ricerca di materie prime, in particolare l’olio extra vergine. Sua infatti la prima “Carta degli Oli” della provincia di Grosseto. Segnalato su varie guide tra le quali Touring Club Osterie d’Italia, Slow Food.

Per partecipare alla cena è obbligatoria la prenotazione:

Ristorante Corte del Ceccottino Fattoria La Maliosa

Pitigliano – Via Vignoli info@fattorialamaliosa.it

0564-615423, info@ceccottino.com www.fattorialamaliosa.it

www.ceccottino.com

Contatti per la stampa:

  • Comune di Pitigliano: info@comune.pitigliano.gr.it, Ufficio IAT 0564.617111 – www.comune.pitigliano.gr.it
  • Fattoria La Maliosa: Antonella Manuli info@fattorialamaliosa.it , cell. 348.6900699 – www.fattorialamaliosa.it

La Mandragola
Poggio al Tufo
Palestra Lifestyle Pitigliano
Parafarmacia
Podere Bello
Distributore Agip Dondolini
Brando Racing
Monica Lavazza
Locanda del Pozzo Antico
Maremmama'
Lombardelli Arredamenti
Bar Il Golosone
Pelletteria Grifoni
Unipol Sai Assicurazioni
Tisi Fotografia
Kaloroil